FILOLOGIA LINGUISTICA LETTERATURA
LORENZO RENZI
SILHOUETTE LORENZO RENZI
Sono nato a Vicenza nel 1939. Ho studiato all'Università di Padova, dove poi ho insegnato Filologia romanza, Lingua e letteratura romena, Teoria e storia della retorica e Lingua e letteratura provenzale. Oltre alla filologia mi sono occupato anche di linguistica e critica letteraria. Questo sito presenta la mia produzione scientifica.
IN EVIDENZA
LORENZO RENZI
L'italiano del presente e del futuro
in «Italica Belgradensia» I, 2013, p.13-20
LEO SPITZER
Lettere di prigionieri
di guerra italiani

(1915-18)
a cura di L. Renzi
2016, Il Saggiatore

Scrittori per un anno: Proust e Vermeer
RAI Educational

Come cambia la lingua
Radio 3 Fahrenheit
ALBUM
CONTATTI
Copyright © 2013 Lorenzo Renzi - All rights reserved
Questo sito è ideato, creato e sviluppato da Enrico Benella

Ultimo aggiornamento: giugno 2016
BIBLIOGRAFIA
BIBLIOGRAFIA COMPLETA
La bibliografia completa e aggiornata (giugno 2016)
è scaricabile in formato *.pdf cliccando qui a lato.
La sezione OPAC di questo sito permette di compiere ricerche avanzate
sul database bibliografico (ex.: per argomento, per titolo, per coautore, etc.).
VOLUMI PER TIPOLOGIA
SAGGI
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Gli elfi e il Cancelliere
In Germania con Proust
EDITORE:
Il Mulino (collana Studi e ricerche)
DATI:
2015, 240 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Lorenzo Renzi torna a occuparsi dell'autore della "Ricerca del tempo perduto", guardando stavolta all'intenso rapporto che lo scrittore francese ebbe con la Germania e con la cultura tedesca. Proust mitizza la Germania, in cui scorge il paese idillico del Rococò e del Romanticismo, la patria dello spirito della musica e della poesia (Beethoven e Wagner, Goethe) e se la rappresenta idealmente nell'estivo paesaggio fluviale sul quale aveva remato da ragazzo assieme alla madre. Di questo suo affetto, lo scrittore francese fu prontamente ricambiato da molti grandi critici tedeschi - Curtius, Auerbach, Spitzer, Benjamin, Adorno, Jauss - con alcuni dei quali ebbe contatti personali ispirati alla reciproca simpatia...
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Come cambia la lingua
L'italiano in movimento
EDITORE:
Il Mulino (collana Universale Paperbacks)
DATI:
2012, 225 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
"Ce l'hai cento dollari?", "Anna pensa tipo che...", "tu in questa cosa non devi centrare". Si parla così'italiano oggi? Sì certo, non solo, ma anche così. Molti libri hanno mostrato come le lingue evolvano attraverso i secoli. Lorenzo Renzi illustra qui le dinamiche del cambiamento considerando l'italiano d'oggi. La lingua che parliamo pullula di innovazioni, delle quali il più delle volte non siamo coscienti. Ma siamo noi, i parlanti, che possiamo accettarle o respingerle. Come per le specie naturali, anche la lingua avanza attraverso novità stabilizzazioni e rifiuti.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Le piccole strutture
Linguistica, poetica, letteratura
A CURA DI:
A. Andreose, A. Barbieri e D. O. Cepraga
EDITORE:
Il Mulino (collana Collezione di testi e di studi)
DATI:
2008, XXVII + 674 p., rilegato
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Maestro della filologia, Lorenzo Renzi incarna una rara figura di studioso in cui la vastità e lo specialismo delle conoscenze sono sempre animati da un'inesauribile curiosità e vivacità culturale. In occasione del suo settantesimo compleanno, il volume riunisce i più importanti saggi prodotti nell'arco di una stagione di studi lunga e appassionata. La ricchezza dei materiali raccolti riflette l'ampiezza dei suoi interessi scientifici: dalla letteratura (i poeti provenzali, Dante, Petrarca) alla linguistica romanza e alla storia della lingua (il fiorentino del Cinquecento), fino all'antropologia della letteratura e al folklore. In tutti questi campi Renzi ha offerto contributi fondamentali, ispirati a una visione di ampio respiro, nella quale ciascun oggetto di indagine si collega ad altri contesti, ad altre tradizioni culturali.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Le conseguenze di un bacio
L'episodio di Francesca nella «Commedia» di Dante
EDITORE:
Il Mulino (collana Intersezioni)
DATI:
2007, 312 p., ill., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
"Amor, ch'a nullo amato amar perdona" è uno dei versi più famosi della "Commedia" di Dante, per la sua eleganza formale ma anche e soprattutto perché è legato alla vicenda dell'amore tragico e appassionato di Paolo e Francesca. La storia dei due cognati adulteri, condannati per il loro peccato a rimanere per sempre avvinti nella bufera infernale, èntrata a far parte del nostro immaginario sentimentale, pur appartenendo anche alla storia e alla letteratura. Fra l'erudito e l'ironico, Lorenzo Renzi rilegge i versi danteschi, tratteggiando in queste pagine la figura di Francesca e ricostruendone la mutevole fortuna presso i commentatori antichi, i critici moderni e nelle tante rievocazioni che l'episodio ha conosciuto, dalla letteratura al teatro, alle arti figurative. Se per gli antichi la morale della storia era che "è bene non lasciare uomini e donne da soli", per i romantici Francesca è stata una rappresentante eroica dell'"amore passione". Oggi invece si vede spesso in lei una donna colpevole non tanto di avere tradito il marito quanto, come Madame Bovary, di aver letto troppi romanzi.
TITOLO:
Le nozze del sole
Canti vecchi e colinde romene
A CURA DI:
Dan Octavian Cepraga, Lorenzo Renzi e Renata Sperandio
EDITORE:
Carocci (collana Biblioteca medievale)
DATI:
2004, 250 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Radicata all'interno di una lunga tradizione orale, la poesia popolare romena riserva al lettore occidentale la vertigine della scoperta di un universo culturale remoto e complesso, per alcuni versi esotico, che fino a solo una generazione fa era ancora vivo nei riti e nei prodotti poetici. I due generi orali rappresentati in quest'antologia - canti vecchi e colinde - sono un terreno privilegiato per misurare l'arcaicità e la complessità culturale della tradizione romena. I primi sono la categoria più importante di testi versificati a carattere narrativo del folclore romeno, le colinde sono canti rituali con funzione augurale che accompagnano la più rilevante cerimonia collettiva dei villaggi romeni durante il solstizio d'inverno.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Proust e Vermeer
Apologia dell'imprecisione
EDITORE:
Il Mulino (collana Intersezioni)
DATI:
1999 (1 ed.), 120 p., illustrato, brossura
2012 (2 ed.), 112 p., illustrato, brossura
TRAD.:
romeno (2006): Proust şi Vermeer
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Verso la metà del volume «La prigioniera» un episodio viene a interrompere il flusso narrativo della «Recherche» di Marcel Proust: è la storia della morte di Bergotte. Il vecchio scrittore, alter ego di Anatole France, ma anche - e soprattuttto - dello stesso Proust, desideroso di vedere un quadro molto amato, la «Veduta di Delft» di Jan Vermeer, muore, colpito da apoplessia, davanti al dipinto. Prima di morire ha però il tempo di confrontare la propria arte con quella del grande pittore olandese e di ammirare in particolare un «muretto giallo» dipinto da Vermeer con «preziosità cinese». Ma qual è, nel quadro di Vermeer, il famoso muretto? Non è facile rispondere. Nell'inseguire la soluzione, forse impossibile, di questo problema, Lorenzo Renzi offre una visione personale dell'opera proustiana, delineando nel contempo la propria particolare concezione del compito della critica letteraria.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Proust şi Vermeer
Apologia impreciziei
ORIG.:
Proust e Vermeer
TRAD.:
Gabriela Lungu
EDITORE:
Clusium (collana Biblioteca Italiană)
DATI:
2006, 120 p., brossura
AUTORE:
Rosanna Brusegan e Lorenzo Renzi
TITOLO:
Diego Valeri in terra d’oc e d’oil
EDITORE:
Unpress
DATI:
1990, 23 p., brossura
AUTORE:
Rosanna Benacchio e Lorenzo Renzi
TITOLO:
Clitici slavi e romanzi
EDITORE:
CLESP (collana Quaderni patavini di linguistica)
DATI:
1987, 77 p., brossura
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
La linguistica italiana oggi
Tendenze, centri, metodi. Un panorama bibliografico
EDITORE:
IBS-Vertrieb (collana Innsbrucker Beitrage zur Sprachwissenschaft)
DATI:
1984, 47 p., brossura
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
La politica della linguistica della Rivoluzione francese
Studio sulle origini e la nature del Giacobinismo linguistico
EDITORE:
Liguori Editore
DATI:
1981, 208 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Machiavelli, Seyssel e Colbert avevano già capito che l'unità linguistica è un fattore di coesione per lo Stato. Ma la loro ottica era quella del principe. I Giacobini vedono la questione per la prima volta anche dalla parte del cittadino: i cittadini saranno uguali, si sentiranno veramente uguali se saranno uguali anche nella lingua. I Giacobini hanno dato una politica a questa idea. La loro idea che lo Stato possa, e debba, intervenire per ottenere l'uniformità linguistica si è diffusa da allora inarrestabilmente. È stata incorporata tra i principi fondamentali dello Stato ottocentesco.
Questo libro tenta un bilancio, al tempo stesso più equo e più originale, del Giacobinismo linguistico, sottraendosi alla piatta adesione incondizionata di ieri, e al vituperio divenuto generale oggi. E schizza le linee generali di una moderna politica linguistica oltre il Giacobinismo.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Canti narrativi tradizionali romeni
Studio e testi
EDITORE:
Olschki (collana Biblioteca dell'Archivum romanicum)
DATI:
1969, XIV + 170 p., brossura
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Tradizione cortese e realismo in Gautier d'Arras
EDITORE:
CEDAM (Università di Padova - Pubblicazioni della facoltà di lettere e Filosofia)
DATI:
1964, XVIII + 227 p., brossura
A CURA DI...
AUTORE:
Leo Spitzer
TITOLO:
Lettere di prigionieri di guerra italiani (1915-1918)
A CURA DI:
Lorenzo Renzi
EDITORE:
Il Saggiatore
DATI:
2016, 481 p., brossura
AUTORE:
Magnus Ulleland
TITOLO:
Studi di di italiano antico
A CURA DI:
Paola Benincà e Lorenzo Renzi
EDITORE:
Unipress
DATI:
2011, XI + 227 p., brossura
TITOLO:
La linguistica italiana fuori d’Italia
Studi, istituzioni
A CURA DI:
Lorenzo Renzi e Michele A. Cortelazzo
EDITORE:
Bulzoni (collana Pubblicazioni della Società di linguistica italiana)
DATI:
1997, 290 p., brossura
TITOLO:
Studi rumeni e romanzi
Omaggio a Florica Dimitrescu e Alexandru Niculescu
A CURA DI:
Coman Lupu e Lorenzo Renzi
EDITORE:
Unipress
DATI:
1995, 3 volumi, 1086 p., brossura
TITOLO:
Ugo Angelo Canello
e gli inizi della filologia romanza in Italia
A CURA DI:
Antonio Daniele e Lorenzo Renzi
EDITORE:
Olschki (collana Biblioteca dell’Archivum Romanicum)
DATI:
1987, 273 p., brossura
AUTORE:
Adolfo Mussafia
TITOLO:
Scritti di filologia e linguistica
A CURA DI:
Antonio Daniele e Lorenzo Renzi
EDITORE:
Antenore (collana Medioevo e Umanesimo)
DATI:
1983, LXXXVIII + 465 p., brossura
TITOLO:
La lingua italiana oggi: un problema scolastico e sociale
A CURA DI:
Lorenzo Renzi e Michele A. Cortelazzo
EDITORE:
Il Mulino (collana Problemi e prospettive)
DATI:
1977, 455 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
La lingua, come la ricchezza, stabilisce il posto che i gruppi e gli individui occupano nella società. In essa, stratificazione linguistica e stratificazione sociale coesistono e sono connesse tra loro.
La tematica delle barriere linguistiche, che in Italia ha avuto in Lorenzo Milani il più famoso teorizzatore e veicolo di diffusione, si è andata via via arricchendo dei contributi di studiosi che considerano la lingua nel suo aspetto di tratto discriminante nell'ambito della società e che ricercano, anche nell'esperienza quotidiana, nuovi modi di vivere il rapporto tra il parlante e il suo mezzo espressivo. Questa antologia offre una ricca rassegna di studi e sperimentazioni in questo settore.
TITOLO:
Poetica e stile
Saggi su Opsis e lexis, Raimbaut d’Aurenga, Tasso, Leopardi, Palazzeschi, Soffici, Montale, Lingua poetica di consumo
A CURA DI:
Lorenzo Renzi
EDITORE:
Liviana (collana Quaderni del Circolo filologico-linguistico padovano)
DATI:
1976, IX + 200 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
L'arco cronologico di questi studi su poetiche e lingue poetiche è massimo, e va dalla teoria aristotelica del linguaggio teatrale alla lingua poetica dei «parolieri» delle canzonette di San Remo. Il che basterà a indicare la vastità delle prospettive che si raccolgono qui sotto il binomio «poetica e stile»: in effetti l'ordine storico che organizza materialmente i saggi ambisce solo a offrire esemplificazioni del nesso costante e del rapporto variabile fra «poetica» e «lingua poetica», fra «progetto» o «modello» e prassi linguistica, nel confronto di punti di vista e di metodologie diverse. Nei loro studi, Donadi privilegia il rapporto fra discorso e azione-visione scenica, Renzi quello fra struttura e contesto, Scrivano la nozione di «uso» e di relativismo linguistico, Galimberti la circolarità del testo e i valori mitopoetici della parola, Mengaldo l'istituto prosodico-ritmico come osservatorio della crisi novecentesca della lingua poetica, la Giacon il plurilinguismo, Lonardi l'anamnesi nascosta della poesia nella poesia, Bandini la mercificazione canora della parola poetica.
I primi quattro saggi esemplificano storicamente l'antichità classica, il medioevo, il tardo rinascimento e il romanticismo; gli altri quattro, di volume maggiore, riguardano la lingua poetica italiana contemporanea e vengono ad allargare la prospettiva aperta dal primo di questi quaderni, le Ricerche sulla lingua poetica contemporanea pubblicate dieci anni fa.
GRAMMATICHE E MANUALI
AUTORE:
Lorenzo Renzi e Alvise Andreose
TITOLO:
Manuale di linguistica e filologia romanza
EDITORE:
Il Mulino (collana Manuali)
DATI:
2015 (4 ed.), 308 p., brossura
edizione digitale disponibile su pandoracampus
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Questo libro, qui presentato in una nuova edizione rivista e aggiornata, offre un panorama completo delle lingue romanze: origine, aspetto attuale, documenti antichi. L'aggettivo "romanzo" sta a indicare ci che, nel Medioevo e nell'Età moderna, una continuazione del latino, la lingua dell'antica Roma poi diffusasi in gran parte dell'impero romano. I cambiamenti che hanno portato dal latino alle lingue romanze sono descritti con grande chiarezza utilizzando i metodi pi moderni di analisi linguistica. L'apporto della filologia contribuisce poi a illuminare la realtà e la storia delle più antiche scritture e letterature dei popoli romanzi. Indice: Prefazione. - Introduzione. - Parte prima. - I. Il dominio romanzo. - II. Il paradigma classico. - III. Il paradigma storico. - IV. Il paradigma moderno: la lingua come struttura e la visione sincronica del linguaggio. - V. Variazione sociale e geografica. - VI. Il cambiamento nella linguistica contemporanea. - VII. Il latino. - VIII. I caratteri delle lingue romanze. - Parte seconda. - IX. I primi testi romanzi. - X. L'edizione dei testi. - Carte a cura di Enrico Benella.
A CURA DI:
Giampaolo Salvi e Lorenzo Renzi
TITOLO:
Grammatica dell'italiano antico
EDITORE:
Il Mulino (collana Strumenti)
DATI:
2010, 2 volumi, 1745 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Sulla base di un ampio corpo di testi scritti fra il Duecento e l'inizio del Trecento, l'opera offre una descrizione sincronica della prima fase documentata della nostra lingua, impresa mai tentata prima per l'italiano e raramente realizzata anche per le fasi antiche delle altre grandi lingue di cultura. La lingua antica, nei suoi livelli sintattico morfologico fonologico, viene sottoposta a un puntuale confronto con l'italiano moderno che va per più versi a smentire la diffusa convinzione secondo la quale tra le due fasi estreme dell'italiano non esisterebbero differenze essenziali. Dopo la "Grande grammatica italiana di consultazione" pubblicata in tre volumi fra il 1991 e il 1995 (II ed. 2001), Giampaolo Salvi e Lorenzo Renzi forniscono oggi un nuovo strumento imprescindibile per tutti coloro che sono interessati ad approfondire lo studio e la conoscenza dell'italiano.
AUTORE:
Lorenzo Renzi e Alvise Andreose
TITOLO:
Manuale di linguistica e filologia romanza
EDITORE:
Il Mulino (collana Manuali)
DATI:
2009 (3 ed.), 308 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Giunto alla terza edizione rivista e aggiornata, questo libro offre un panorama completo delle lingue romanze: origine, aspetto attuale, documenti antichi. L'aggettivo "romanzo" sta a indicare ciò che, nel Medioevo e nell'Età moderna, è la continuazione del latino, la lingua dell'antica Roma poi diffusasi in gran parte dell'impero romano. I cambiamenti che hanno portato dal latino alle lingue romanze sono descritti con grande chiarezza utilizzando i metodi più moderni di analisi linguistica. L'apporto della filologia contribuisce poi a illuminare la realtà e la storia delle più antiche scritture e letterature dei popoli romanzi. Argomenti trattati: Il dominio romanzo. Il paradigma classico. Il paradigma storico. Il paradigma moderno: la lingua come struttura e la visione sincronica del linguaggio. Variazione sociale e geografica. Il cambiamento nella linguistica contemporanea. Il latino. I caratteri delle lingue romanze. I primi testi romanzi. L'edizione dei testi.
A CURA DI:
Lorenzo Renzi, Giampaolo Salvi e Anna Cardinaletti
TITOLO:
Grande grammatica italiana di consultazione
EDITORE:
Il Mulino (collana Strumenti)
DATI:
2001, 3 volumi, 792 + 958 + 644 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
La "Grande grammatica", pubblicata fra il 1988 e il 1995, costituisce la più completa e avanzata descrizione della nostra lingua e in assoluto una delle più ricche fra quelle di tutte le lingue del mondo. È testimonianza della reputazione scientifica internazionale conquistata dalla "Grande grammatica" il fatto che sia di recente uscita, in Spagna, una grammatica spagnola che si ispira dichiaratamente a essa. I tre volumi, usciti separatamente e più volte ristampati, sono ora ripresentati insieme, dopo una minuta revisione che ha comportato anche alcuni ampliamenti in particolare nel primo volume, e con una nuova introduzione generale.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Come leggere la poesia
Con esercitazioni su poeti italiani del Novecento
EDITORE:
Il Mulino (collana Universale Paperbacks)
DATI:
1997, 165 p., brossura
TRAD.:
romeno (2000): Cum se citeşte poezia
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Esiste ancora una "domanda" di poesia? O è vero che la scarsa abitudine alla lettura penalizza in primo luogo i testi poetici? Questo volume nasce dalla convinzione che sia possibile educare al gusto per la poesia, e ha lo scopo di avvicinare il lettore ai testi poetici del Novecento italiano (di Saba, Montale, Pasolini, Cattafi, Giudici, Erba) interpretati con strumenti linguistici. Un libro nato da esigenze didattiche, che lo rendono particolarmente comunicativo, ma anche un libro teorico, che ripensa il tema della natura della poesia: non poesia come artificio, come proponevano i formalisti russi, né come funzione autoreferenziale del linguaggio, come per Jakobson. Richiamandosi a una sorta di "revisione dello strutturalismo", l'autore avanza una nuova proposta: quella della poesia come gioco normato, illusione soggetta a regole.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Cum se citeşte poezia
Cu aplicaţii asupra unor poeţi italieni din secolul XX
ORIG.:
Come leggere la poesia
TRAD.:
George Popescu
EDITORE:
Editura Pontica (collana Biblioteca Italiană)
DATI:
2000, 136 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Cum se citeşte poezia este un îndemn vivace la lectura textului poetic, făcut de un specialist, Lorenzo Renzi, profesor de filologie la Univesitatea din Padova. Cum singur spune, în mod paradoxal, „metoda” sa de lingvist nu se revendică nici de la şcoala formalistă rusă, nici de la şcoala semiotică, a „autoreferenţialităţii”, ci are în vedere normele şi regulile retorice ale discursului poetic, trecut printr-o „revizuire” actuală a structuralismului. În acest manual de poezie majoritatea aplicaţiilor se face pe poeţi italieni din secolul XX (Montale, Saba, Pascoli, Giudici, Erba etc.), iar „metodologia” abordării poeziei propusă aici se poate extinde la toţi poeţii moderni. Lorenzo Renzi este şi un cunoscător şi un cercetător al literaturii române, ce s-a ocupat anterior de literatura noastră în lucrarea „Canti narrativi tradizionali romeni” (1968) şi a scris cu competenţă despre Eminescu şi Marin Sorescu.
AUTORE:
Lorenzo Renzi e Giampaolo Salvi
TITOLO:
Nuova introduzione alla filologia romanza
EDITORE:
Il Mulino (collana Strumenti)
DATI:
1987 (1 ed.), 447 p., brossura
1992 (1 ed.), 470 p., brossura
1994 (2 ed.), 504 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
È una nuova versione rivista e aggiornata. È stato ampliato, nella terza parte, il capitolo dedicato alle lingue nate dalla trasformazione del latino. Qui sono state aggiunte nuove sezioni dedicate allo spagnolo antico, il catalano, il soprasilvano, il rumeno antico e il rumeno moderno. Indice: Introduzione. Il pensiero classico. Sotto il segno della storia. La linguistica strutturale. La grammatica generativo-trasformazionale. Lingua, stili, dialetti. Il latino. Il dominio romanzo. Caratteri delle lingue romanze. La semantica. La fonologia. Quando e perché si sono cominciate a scrivere le lingue romanze. Le lingue romanze medievali. L'edizione dei testi antichi. Scampoli dal latino e dal romanzo. Carte linguistiche. Bibliografia.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Introduzione alla filologia romanza
EDITORE:
Il Mulino (collana Studi linguistici e semiotiic)
DATI:
1976, 263 p., brossura
TRAD.:
tedesco (1980): Einführung in die romanische Sprachwissenschaft
spagnolo (1982): Introducción a la filología románica
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Einführung in die romanische Sprachwissenschaft
ORIG.:
Introduzione alla filologia romanza
TRAD.:
Gustav Ineichen
EDITORE:
Max Niemeyer
DATI:
1980, 184 p., brossura
2010, e-book
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Dieses Studienbuch kommt im Rahmen der neueren Linguistik wieder auf den traditionellen Begriff der Romania zurück. Als gemeinsames Merkmal aller romanischen Sprachen erscheint erneut »das Romanische«, das die innere Einheit dieser Sprachen begründet. Die romanischen Sprachen werden zwar einzeln dargestellt, gleichzeitig aber auch in ihren Gruppierungen erfaßt. Hinzu kommen kontrastive Untersuchungen teils zum Lateinischen, teils zu modernen Sprachen (z.B. auch zum Deutschen). Die Ausrichtung des Buches ist typologisch. Die systematische Grammatik, wo die transformationellen Verfahren ahnhand von romanischen Beispielen gezeigt werden, wird ergänzt durch besondere Kapitel zur Semantik und zur Phonologie. Der Autor legt besonderes Augenmerk auf die verschiedenen Formen der sprachlichen Variation. Dabei wird u.a. versucht, die soziolinguistische Komponente mit dem Sprachwandel in Verbindung zu bringen. Schließlich ist diese »Einführung« auch methodenkritisch konzipiert. In einem fundamental eineitlichen Rahmen werden die unterschieldichen Ansätze, soweit sie in der Romanistik bisher Verwendung gefunden haben, analysiert.
Das Buch ist vorzüglich geeignet, den Studierenden der Romanistik nicht nur Sachkenntnisse, sondern auch nachhaltige Einblicke in die romanistische Linguistik zu vermitteln.
AUTORE:
Lorenzo Renzi
TITOLO:
Introducción a la filología románica
ORIG.:
Introduzione alla filologia romanza
TRAD.:
Pilar García Mouton
EDITORE:
Editorial Gredos (collana Biblioteca Románica Hispánica)
DATI:
1982, 336 p., ill., brossura
OMAGGI
TITOLO:
Studii de romanistică
Volum dedicat profesorului Lorenzo Renzi
A CURA DI:
Victoria Moldovan, Delia Marga e Dana Feurdean
EDITORE:
Editura Fundației pentru Studii Europene
DATI:
2007, 270 p., brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Dispariția bruscă a neuitatului Marian Papahagi m-a pus în situația să caut neîntârziat o soluție pentru numeroșii doctorianzi în italienistică și, mai ales, pentru continuarea școlii de studii italiene care se conturase în jurul strălucitului meu coleg, prematur plecat dintre noi. Toate recomandările s-au îndreptat spre numele profesorului Lorenzo Renzi de la Universitatea din Padova. Când i-am adresat invitația de a prelua, fie și în circumstanțe extraordinare, profesura de italianistică de la Cluj, a acceptat fără ezitare, din prețuire profundă pentru ceea ce a făcut colegul meu și cu sentimentul inflexibil al datoriei de a pune umărul la continuarea unui program extrem de semniflicativ. L-am întâlnit atunci pe omul de rară delicatețe, adânc cultivat și riguros argumentativ, care mi-a lăsat definitiv impresia acelor erudiți italieni care au procurat faimă culturală țării lor și au ilustrat în lume savantul. De atunci, la fiecare întâlnire cu Lorenzo Renzi am avut ocazia propriei mele îmbogățiri. (Andrei Marga)
TITOLO:
Current Studies in Italian Syntax
Essays Offered to Lorenzo Renzi
A CURA DI:
Guglielmo Cinque e Giampaolo Salvi
EDITORE:
Brill (collana North-Holland Linguistic Series: Linguistic Variations)
DATI:
2001, 326 p., rilegato
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
The sixteen contributions which make up this volume are representative of the research currently carried out in Italy on Italian and, more generally, Romance syntax (in the generative tradition). The essays were specially collected to pay homage to Professor Lorenzo Renzi, a scholar who has since the 1960s promoted and shaped the study of Italian syntax in Italy, both through his own work and through a collective enterprise which culminated in the publication of the "Grande Grammatica Italiana di Consultazione" (3 vol., Bologna, Il Mulino, 1988-1995). Most of the contributors to this volume were engaged in that enterprise as young, unemployed linguists, and are now among the most prominent specialists in the field of Italian syntax.
TITOLO:
Il tempo, i tempi
Omaggio a Lorenzo Renzi
A CURA DI:
Rosanna Brusegan e Michele A. Cortelazzo
EDITORE:
Esedra (collana Strumenti)
DATI:
1999, X + 310 p., illustrato, brossura
DALLA QUARTA DI COPERTINA:
Il tempo, categoria fondamentale per l'esistenza umana, è un tema ricco di sfaccettature e di prospettive di ricerca anche solo dal punto di vista delle scienze filologico-linguistiche: c'è il tempo del racconto e il tempo della memoria, il tempo fittizio e il tempo reale, il tempo dell'enunciazione e il tempo dell'enunciato, il tempo che si grammaticaliza nella morfologia e il tempo che si lessicalizza nelle parole. Di questi aspetti, e di altri relativi alla rappresentazione linguistica e letteraria del tempo, si sono occupati ventidue colleghi stranieri, che hanno voluto fare omaggio dei loro lavori a Lorenzo Renzi (studioso di lingue e letterature romanze, professore dell'Università di Padova, autore di saggi e manuali, coordinatore della più grande grammatica dell'italiano) giunto al tempo dei suoi sessant'anni.
MATERIALE DISPONIBILE IN FORMATO ELETTRONICO
2013
"Il "mio" Coseriu" in Oltre Saussure. L’eredità scientifica di Eugenio Coseriu, Udine, 1-2 ottobre 2013, p. 1-13.
http://coseriu.uniud.it/wp-content/uploads/2013/07/Renzi_testo_sito.pdf
SCARICA IL PDF
"Il concetto di stile in Eugenio Coseriu" in «Lingua e Stile», XLVIII, p. 79-112.
SCARICA IL PDF
"Il linguaggio della stilistica" in I linguaggi settoriali in Italia. Giornata di studio in onore di Erasmo Leso per i suoi settant'anni, a cura di A Girardi, A. Soldani e A. Zangrandi, Verona, Edizioni Fiorini, p. 55-89.
SCARICA IL PDF
"L'italiano del presente e del futuro" in «Italica Belgradensia» I, 2013, p. 13-20.
SCARICA IL PDF
(con Donatella Pini) "Mimesis, il realismo e il Chisciotte. Osservazioni su Auerbach e la letteratura spagnola" in «Orillas», 2.
http://orillas.cab.unipd.it/orillas/index.php?option=com_content&view=article&id=35&Itemid=167&lang=it
SCARICA IL PDF
"Storia linguistica di Vicenza italiana" in Gli scrittori vicentini e la lingua italiana, a cura di A. Daniele, Vicenza, Accademia Olimpica, p. 11-40.
SCARICA IL PDF
"C'è Palladio nella vecchia Delhi" in «Il Giornale di Vicenza», 3 gennaio 2013.
SCARICA IL PDF
2012
"La Delhi imperiale dove gli Inglesi portarono Palladio" in «Il Giornale di Vicenza», 25 marzo 2012, p. 62.
SCARICA IL PDF
2011
"Curtius e i grandi romanisti tedeschi nell’opera di René Wellek" in Ernst Robert Curtius e l’identità culturale dell’Europa, a cura di I. Paccagnella e E. Gregori, Padova, Esedra, p. 199-216.
SCARICA IL PDF
2010
"Spitzer italiano. La Italienische Umgangssprache nella versione italiana" in Leo Spitzer. Lo stile e il metodo, Atti del XXXVI Congresso Interuniversitario di Bressanone (…), a cura di I. Paccagnella e E. Gregori, Padova, Esedra, p. 183-202.
SCARICA IL PDF
"Stylistique et linguistique" in Quelle linguistique romane au XXIe siècle?, a cura di C. Alén Garabato et alii, Paris, L'Hermattan, p. 223-238.
SCARICA IL PDF
2008
"Leo Spitzer (1887-1960) dalla censura militare alla critica stilistica".
http://www.lettera22.it/showart.php?id=9405&rubrica=228
SCARICA IL PDF
2003
(con J. Janson) "Interview with Lorenzo Renzi".
http://www.essentialvermeer.com/interviews_newsletter/renzi_interview.html
SCARICA IL PDF
2000
"Ancora sugli umanisti italiani e la lingua rumena" in «Romanische Forschungen», 112, 1, p. 1-38.
SCARICA IL PDF
1992
"I pronomi soggetto in due varietà substandard: fiorentino e français avancé" in «Zeitschrift für romanische Philologie», 108, 1/2, p. 72-98.
SCARICA IL PDF
1973
"A Reading of Saba's "A mia moglie"" in «Modern Language Review», 68, 1, p. 77-83.
SCARICA IL PDF
1967
"Dall'epistolario di Adolfo Mussafia con Gaston Paris e Paul Meyer" in «Atti dell'Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti», Classe di scienze morali, lettere ed arti, 125, a.a. 1966-1967, p. 75-88.
SCARICA IL PDF
"Gli studi danteschi di Adolfo Mussafia" in Dante e la cultura tedesca, Convegno di Studi danteschi (Bressanone, 1965), a cura di L. Lazzarini, Padova, Tipografia Antoniana, p. 143-149.
SCARICA IL PDF
1965
"Adolfo Mussafia a sessant'anni dalla morte" in «Atti dell'Istituto Veneto di scienze lettere ed arti», Classe di scienze morali e lettere, 123, a.a. 1964-1965, p. 369-403.
SCARICA IL PDF
1964
"Il carteggio di Adolfo Mussafia con Elise e Helene Richter" in «Atti dell'Istituto Veneto di scienze lettere ed arti», Classe di scienze morali e lettere, 122, a.a. 1963-1964, p. 497-515.
SCARICA IL PDF
VIDEO E AUDIO
Decadenza della lingua:
un fenomeno reale?

Relazione

Seminario di studi per il ciclo "Università, cultura e prospettive di ricerca", Dipartimento di diritto pubblico, internazionale e comunitario dell'Università di Padova
(Padova, 23 / 4 / 2013)
Decadenza della lingua:
un fenomeno reale?

Discussione (con i prof. Foschi Marina Foschi, Gianfranco Frigo e Gina Gioia)

Seminario di studi per il ciclo "Università, cultura e prospettive di ricerca" organizzato dal Dipartimento di diritto pubblico, internazionale e comunitario dell'Università di Padova
(23 / 4 / 2013)
Radio 3 Fahrenheit
Come cambia la lingua

Intervista di Lorenzo Renzi a cura del programma Radio 3 Fahrenheit, dedicato alle innovazioni linguistiche nell'italiano contemporanea, tra novità, stabilizzazioni e rifiuti.
(2 / 5 / 2012)
Scrittori per un anno
Proust e Vermeer

Puntata speciale di Scrittori per un anno (RAI Educational) dedicata alle affinità artistiche tra Marcel Proust e Jan Vermeer; con la partecipazione di Paolo Di Paolo, Lorenzo Renzi, Daria Galateria e Flavio Caroli
Radio 3 Suite
Le conseguenze di un bacio

Intervista di Lorenzo Renzi a cura del programma Radio 3 Suite, dedicata all'episodio di Francesca nella Commedia di Dante e sulla sua fortuna letteraria e figurativa
(18 / 8 / 2007)
BIBLIOGRAFIA
OPAC
RICERCA SEMPLICE
Cerca in tutti i campi:
   
RICERCA PER PAROLA CHIAVE
Ricerca per parole chiave:
RICERCA AVANZATA
Titolo:
Coautore:
Curatela:
Contenitore:
Editore:
Anno:
Periodo:
da a (INSERIRE GLI ANNI)
Tipologia:
 Monografia
 Articolo
 Prefazione e postfazione
 Voce enciclopedica
 Recensione
 Ritratto
 Articolo di giornale
Lingua:
 Italiano
 Romeno
 Francese
 Spagnolo
 Inglese
 Tedesco
RICERCA
ALBUM
ALCUNE IMMAGINI DALLA MIA VITA

1944

A Montecchio Maggiore (Vicenza)
sfollato durante la guerra

1945
1946

Con la classe II B alla Scuola Elementare
di San Francesco a Vicenza

ANNI
'60

Nell'anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere

ANNI
'60

Con la mamma e il fratello Emilio (Mimmo)

1961

Al Liceo Classico "A. Pigafetta" di Vicenza,
classe II A (1960-61) o III A (1961-62)

1964

A Vienna, come Lettore d'italiano all'Università,
qui con i miei studenti

1968

Assistente all'Università di Padova,
qui al Liviano

1970

Postgraduated Studies in Linguistics
a Edimburgo

1973

Mi sposo con Laura Vanelli
da destra a sinistra: Mario Mancini, Alberto Vanelli, Laura, Susanna Cressati, io, Renzo Vanelli, Augusto Renzi (mio papà), Alexandru Niculescu, Gianfranco Folena

ANNI
'70

Con Alexandru Niculescu a Padova

ANNI
'80

A Napoli con gli amici rumenisti
da sinistra a destra: Marisa Cugno, Luisa Valmarin, io, Angela Tarantino, Pasquale Buonincontro, Alexandru Niculescu, Marco Cugno, Brunzo Mazzoni

1987

A Olginate (Como) con la mia famiglia:
Giulia, Francesca e Laura

1993

Con Giampaolo Salvi, il mio grande collaboratore (e io suo!)
a Gerusalemme

ANNI
'90

Con mia moglie Laura

1999

Appare il mio "Proust e Vermeer",
finalista al Premio Viareggio

2000

Laurea honoris causa a Bucarest

2005

Al monastero di Voroneț (Romania)
con Dumitru Irimia

2008

Ritorno al liceo a 50 anni dalla maturità!
Il quarto sul fondo è lo storico dell'arte Franco Barbieri, nostro professore

2014

A Padova con le mie nipotine Emma e Anna